L’albero più alto del mondo è Hyperion

The world tallest tree, cioè l’albero più alto del mondo non poteva che essere una sequoia, è infatti questa la specie vegetale che vanta il primato sia per la sua longevità, sia per le sue dimensioni. Le sequoie, che sono presenti sulla terra in alcuni generi, Sequoia sempervirens, Sequoiadendron giganteum e Metasequoia glyptostroboides, sono alberi che crescono in America settentrionale nelle aree dal clima temperato, in particolare nella fascia orientale degli Stati Uniti. La loro presenza è circoscritta alla fascia costiera e dell’immediato entroterra ed è la California lo stato in cui le sequoie trovano il migliore habitat, non a caso è proprio qui che si ergono sia l’albero più alto del mondo, Hyperion, che quello di maggiori dimensioni, il Generale Sherman.

Cause del primato: il clima californiano

Il primato californiano è dovuto al particolare clima che si registra lungo la fascia costiera, infatti le piogge sono abbondanti e durante tutto il corso dell’anno, ciò permette alle sequoie di assorbire acqua a sufficienza e di non soffrire di stress da evaporazione durante le caldi estati. Di solito i “giganti” si trovano nelle vallate percorse da fiumi, hanno una crescita veloce e forniscono un ottimo legname, ma proprio per questo motivo sono alberi che sono minacciati dalle grandi compagnie del legname e, per preservare l’albero più alto del mondo non è stato reso noto dove si trovi esattamente Hyperion.

Hyperion, è l’albero più alto del mondo

Veniamo però al nocciolo della questione e presentiamo finalmente Hyperion, una sequoia sempervirens che raggiunge i 115 di altezza, anzi 115,55 per essere precisi. Quest’albero, che cresce nel Parco Nazionale di Redwood, non è un’eccezione. La specie sempervirens in molti casi può raggiungere e superare i 100 metri di altezza e si presenta con un tronco snello a forma piramidale, mentre la sua corteccia, dal colore arancione-rossiccio, emana un profumo aromatico. Ed è stato proprio il particolare colore della corteccia delle sequoie sempervirens a dare l’idea per il nome del parco, Redwood, cioè legno rosso. Le foglie di Hyperion, così come tutte quelle degli esemplari della medesima specie, sono aghiformi e i suoi fiori sono coni, cioè pigne, che diventano legnosi quando giungono a maturità. Hyperion è stato scoperto nel 2006 da due naturalisti, Michael Taylor e Chris Atkins che hanno preferito mantenere segreta l’ubicazione precisa del “gigante”. Nonostante la sua altezza, Hyperion non è però la sequoia semprevirens che vanta il primato come volume. Lost Monarch, che è alto solo 97,8 metri è l’albero che vanta le maggiori dimensioni con il diametro del suo tronco che raggiunge i 7,9 metri.

Stati Uniti: record per l’albero più massiccio del mondo

Gli Stati Uniti vantano però anche altri primati per quel che riguarda gli alberi, cresce infatti in California anche l’albero più massiccio del mondo, il Generale Sherman che appartiene a un’altra specie di sequoia, la Sequoiadendrum giganteum. Indiscutibilmente più famoso, il Generale Sherman ha un’età stimata tra i 2.300 e i 2.700 anni e si trova nel parco nazionale di Sequoia. Fu scoperto dal naturalista James Wolverton nel 1879 e raggiunge un’altezza di 83 metri, ma è il diametro del suo tronco a lasciare stupiti: 11,10 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *